sant'antonio abate abitanti

Città e paesi vicini : Lettere, Santa Maria la Carità e Angri. età, sesso, stato civile Popolaz. Città della Campania, in provincia di Napoli, con più di dicianovemila abitanti. La fine dei lavori fu inoltre anche motivata dal fatto che il 16 aprile 1962 la Sacra Congregazione dei Riti dichiarò san Gerardo Maiella compatrono del paese. Vi erano 176 abitanti di età inferiore ad un anno (96 maschi e 80 femmine) e 2 abitanti ultracentenari (1 maschi e 1 femmine). Posta sulla strada che da Gragnano porta a Sant'Antonio Abate, viene inizialmente costruita nell'anno 1864 e dedicata a San Clemente I Papa, la chiesa viene chiusa nell'anno 1870. Prima fra tutte è, ad esempio, l'edicola votiva della Madonna del Rosario, che si trova appena fuori la chiesa in mattonelle maioliche, posta sulla parete absidale esterna della chiesa. Nel territorio comunale sono state ritrovate diverse costruzioni di epoca romana, tra cui una villa, denominata Villa Sant'Antonio Abate, scoperta nel 1974, di tipo rustico: a pianta quadrata conserva una parte d'otium, dedicata ai proprietari, ed una zona fructuaria, riservata alle attività agricole. Il 27 giugno 1735, il vescovo di Lettere mons. clicca sulla cartina per passare alle statistiche delle province e freccia su per la prov. Un'altra importante tela presente nella chiesa è quella raffigurante Cristo Sacerdote, opera dell'artista Luigi Fortunato. Ai lati della cappella, su basi di marmo, sono poste due statue, raffiguranti san Francesco d'Assisi e sant'Antonio da Padova. La chiesa fu allora intitolata all'Immacolata Concezione dalla confraternita dell'Immacolata Concezione del dottor Leonardo Santoro, medico di camera delle Altezze Reali, oltre che professore di medicina e chirurgia alla Regia università degli Studi di Napoli. Una statua dal grandissimo valore artistico è posta sull'altare, rappresentante la Vergine de La Salette. Conosciuta come la chiesa del Santissimo Crocifisso perché conserva il crocifisso ligneo cinquecentesco ritenuto miracoloso. L'11 dicembre 2005, inoltre, a 49 anni dalla consacrazione del tempio, la chiesa diventa santuario diocesano. Nei secoli successivi il paese si è sviluppato gradatamente, fondando la sua ricchezza sull'agricoltura prima e poi sulle attività ad essa connesse. L'abside, presentante molti affreschi, ha raffigurati, fra gli altri, anche san Gerardo Maiella (compatrono del paese) e sant'Alfonso Maria de' Liguori. Giannini, nel 15 ottobre 1746. Ad una sola navata, viene definitivamente completata (anche nelle decorazioni) qualche decennio dopo la metà del XIX secolo. Il 27 dicembre 1651 la chiesa riceve una nuova visita da parte del nuovo vescovo di Lettere, monsignor Onofrio De Ponte, il quale viene in visita del cappellano, il sacerdote don Onofrio De Angelo (originario di Gragnano). I dati per stato civile non sono al momento disponibili. Alla fine della navata è posta l'abside, dominata dal maestoso altare di sant'Antonio Abate e dall'altare. Ogni anno, nei giorni circostanti al 17 gennaio (Sant'Antonio), si tiene la sagra della porchetta. I dati sull'aumento e diminuzione sulla popolazione della città di Sant'Antonio Abate dall'anno 1971 alla situazione attuale. La chiesa è ad una sola navata, che si conclude con l'altare, in marmo arabescato, dietro al quale è presente il tabernacolo, inserito in una struttura in marmo a forma di croce. Sant'Antonio Abate es un municipio italiano localizado en la Ciudad metropolitana de Nápoles, región de Campania.Cuenta con 19.746 habitantes [3] en 7,93 km². Nelle pareti della chiesa sono inoltre presenti tre nicchie, dentro le quali sono presenti le statue di San Ciro di Alessandria, San Ludovico di Tolosa e del profeta Elia. Il completamento dell'edificio, la cui costruzione fu chiesta e voluta da don Mosè Mascolo, fondatore dell'ordine delle Suore Gerardine di Sant'Antonio Abate, avvenne quindi di fatto sei anni dopo la morte dello stesso, avvenuta il 24 febbraio del 1960. El xe inte ła sità metropołitana de Nàpułi inte ła rejon Canpania e 'l se estende so na area de 7,93 km²[2]. Il dipinto raffigura la Madonna che sorregge il corpo del Figlio accanto a una santa e a fianco i santi Gervasio e Protaso vestiti con ricchi abiti quattrocenteschi. La chiesa, ad una navata ed in stile romanico con volte a vela e archi a tutto sesto, è stata poi spogliata di tutte le decorazioni, e sono ora visibili solo gli elementi architettonici, oltre agli ambienti romani ad essa contigui, data l'antica costruzione della chiesa e la sua posizione. È inoltre qui che è posta la statua di sant'Antonio Abate, oggetto di grande devozione e che viene posta ogni anno, nelle date adiacenti al 17 gennaio, festa del santo, nel maestoso e colorato trono a lui dedicato. La festa dedicata a Sant'Antonio Abate in paese si svolge il 17 gennaio. L'interno a unica navata è completa di una loggia interna e conserva l'affresco della Crocifissione con angeli datata 1376,[1] dipinto che presenta assonanze con l'arte bizantina ma con un nuovo schema dato dagli angeli che raccolgo in calici il sangue che sgorga dal costato e dalle piaghe, mentre ai piedi della croce una moltitudine di fedeli è ben raffigurata in atteggiamento pietoso, e di soldati completi di armi e vessilli. La chiesa, risalente al 1801, divenne parrocchia solamente nel 1812, ma fu completata solo nel 1829. Sorge nella piana di Sarno, alle pendici del monte di Lettere, della catena dei Lattari. Vi è anche raffigura Maria e le altre donne colte in un attimo di disperazione e sconforto, ognuna raffigurata in differente atteggiamento. Sant'Antonio Abate el xe un comun itałian de 19 546 abitanti[1]. Nella stagione 2020-2021 la squadra milita nel campionato regionale di Promozione, dopo circa sette presenze nel massimo campionato dei dilettanti. L'affresco sarebbe da avvicinare alle pitture di Agostino Ferrari, e di Jacopo d'Avanzo. Sant'Antonio Abate el xe un comun itaƚian de 19 546 abitanti.El xe inte ła sità metropołitana de Nàpułi inte ƚa rejon Canpania e 'l se estende so na area de 7,93 km².L'abità el xe situà a 20 metri s.l.m. La chiesa è a una navata, alla fine della quale vi è un altare. La chiesa, composta da una sola navata e con pianta a croce latina, è composta anche di quattro cappelle, dedicate all'Addolorata, a San Giuseppe, al Sacro Cuore di Gesù e all'Immacolata Concezione. La cappella, completata nel 1936, venne edificata assieme al civico cimitero, risalente al 1934. El territorio municipal contiene las frazioni (subdivisiones) de Buonconsiglio, Casa Iovine, Cottimo, Fusara, Pontone y Salette. Circa il 49% è iscritto all'anagrafe come sposato invece il 1% è separato per chiudere, il 6% è rimasto senza coniuge. Con pianta a croce latina a tre navate, di particolare impatto è il mosaico in oro misto posto alle spalle della statua di san Gerardo, che ne compone la nicchia, la cui cornice è in marmo rosso di Francia e il cui piedistallo (pesante ben cinque quintali) è in marmo ornato di piccole croci di amiato fondo oro. Sul territorio abatese sono presenti circa sedici edifici scolastici statali. El confina co i comuni de Capua, Carinaro, Casaluce, Curti, Macerata Campania, Marcianise, San Prisco, San Tammaro e Teverola. Di seguito i dati statistici sui residenti e lo stato civile del comune di Sant'Antonio Abate. La prima prova certa della presenza della chiesa risale all'anno 1470, anche se si intuisce che la chiesa sia molto più antica. Chiesa Parrocchiale di Sant'Antonio Abate, Chiesa parrocchiale di Santa Maria del Buon Consiglio, Chiesa parrocchiale di Maria Santissima Rifugio dei peccatori vulgo Salette, Chiesa parrocchiale di Gesù Redentore in località Pontone, Chiesa di Santa Maria del Carmine in località Teilliti, Cappella Anime del Purgatorio nel Civico Cimitero, chiesa parrocchiale di sant'Antonio Abate a Porta Capuana, Scavi archeologici di Stabia § Villa Sant'Antonio Abate, arcidiocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Sant%27Antonio_Abate_(Italia)&oldid=115967286, Senza fonti - centri abitati della Campania, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Casa Iovine, Salette, Fusara, Cottimo, Buonconsiglio, Pontone. Di marmo anche la cattedra del celebrante, con sfondo di marmo rosso di Spagna e troni di marmo bianco. Quest'ultimo dipinto è molto interessante perché la Torre d'avorio viene rappresentata dall'artista in modo molto simile alla torre principale del Castello di Lettere, specie nel suo aspetto come si presenta se visto proprio da Sant'Antonio Abate. Il nome trae origine dalla venerazione verso il Santo patrono del luogo, Sant'Antonio Abate. Quanti abitanti ha Sant'Antonio Abate? Parrocchia del paese, intitolata a sant'Antonio Abate. L'abside conserva gli affreschi con le Storie di sant'Antonio abate e sulla volta i quattro evangelisti, mentre la raffigurazione dei profeti è presente nel sott'arco lavori di Paolo da Caylina il Giovane. Sindaco: Antonio Varone (18/11/1961) Indirizzo: Piazza V. Emanuele II, CAP 80057 Sant'Antonio Abate NA Centralino: 081 3911211 Fax: 081 3911211. Coordinate. Ai lati della cappella sono presenti vari pannelli della Via Crucis di stile moderno, a opera dell'artista Livio Orazio Valentini, risalenti al 1963. La cappella di San Giuseppe, posta a destra della navata poco prima dell'altare, è composta da una nicchia all'interno della quale è posta una statua in legno di san Giuseppe, padre putativo di Gesù. Ultimata nel 1946, la prima pietra fu posata il 17 dicembre 1939. All'esterno della cappella è presente un pannello in mattonelle, raffigurante Cristo Risorto. Il ritratto del Rezzano sarebbe da assegnare a Bartolomeo de Buris presente sul territorio di Bormio nel biennio 1473-1474. Elaborazioni statistiche grafiche e tabellari per l'analisi e l'interpretazione dei fenomeni demografici, economici e sociali di Sant'Antonio A.. Elaborazioni su dati ISTAT. Informazioni disponibili : Indirizzo, Telefono, Fax, Sito Internet, Sindaco, Coordinate geografiche, Numero di abitanti, Altitudine, Superficie, Tempo e Hotel. La vigilia della festa del santo, inoltre, è di tradizione l'accensione del cippo, un colossale fuoco alimentato da rami d'ulivo nel quale tutti i fedeli sono tenuti a lanciare bigliettini contenenti peccati da ardere nel fuoco (uno dei tanti attributi di Sant'Antonio Abate), attorno al quale si balla e si intonano canti della tradizione popolare locale (e, in particolare, le varie tammurriate). Il suo territorio è stato abitato, sin dalle epoche remote, da popolazioni indigene e di origini indoeuropee come gli Opici, gli Osci, gli Etruschi, i Greci, i Sanniti, i Campani ed i Romani. Il pulpito, grande opera di intarsio e di intaglio, è posto sulla destra della navata, tra la cappella del Sacro Cuore e quella di san Giuseppe. Sarà però in questa chiesa che, grazie a Leonardo Santoro, su decreto reale di Ferdinando II re di Napoli, verrà istituita la confraternita dell'Immacolata Concezione. Dalla facciata monumentale, alta più di 42 metri e con un'altezza alla cupola di 33 metri, il santuario si estende su più di 900 m² di superficie. Sul lato sinistro della chiesa, poco prima dell'altare, è presente una tela raffigurante la Vergine del Carmelo, titolare della chiesa. Proporzione aggiornata sui residenti divisi tra donne e uomini della città di Sant'Antonio Abate. Da ricordare in particolare l'industria di trasformazione del pomodoro e la produzione floro-vivaistica. A portare l'anello sono 9.748 : 4.834 uomini ( 49,59% ) e 4.914 donne ( 50,41% ), quelli divorziati invece sono 105. Particolare anche è la benedizione degli animali domestici da parte dei parroci. La chiesa, ad una navata, mostra sull'altare, posta in baldacchino in metallo dorato, la statua lignea del Bambino Gesù, il quale proviene dalla chiesa parrocchiale di sant'Antonio Abate, dopo essere stato in via Casa D'Auria e in Pozzo dei Goti (Angri). Soprattutto la civiltà di questi ultimi è documentata da numerosi reperti archeologici, riportati alla luce in loco in anni di ricerche. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 9 ott 2020 alle 19:18. 19.745 Il successivo parroco diviene don Francesco Grasso, che riceve la visita dello stesso mons. La costruzione della suddetta cappella avviene agli inizi degli anni sessanta del XX secolo, assieme alla scuola missionaria gestita dai Padri della congregazione dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù. A peggiorare le cose, inoltre, influì il Terremoto dell'Irpinia del 1980. Riaperta pochi anni dopo, viene dedicata a San Clemente I Papa e alla Beata Vergine de La Salette. Al di sopra del tabernacolo, poggiata su una base di marmo pendente al muro, vi è una statua di San Giuseppe Artigiano, raffigurato come un carpentiere nell'atto di intagliare un tronco di legno. Arricchiscono l'edificio la cappella del Santissimo Sacramento, le statue del Sacro Cuore di Gesù e dell'Immacolata Concezione, il sarcofago del fondatore don Mosè Mascolo e il confessionale da quest'ultimo usato durante il suo ministero. La compagine calcistica principale di Sant'Antonio Abate è l'A.C.

2 Giugno 2020 E Festa, Liceo Delle Scienze Umane Biella, Immagini Di Buon Onomastico Marina, Santa Maria Del Popolo Caravaggio, Ti Amo Spartito Pianoforte, Frasi Di Buon Sabato Sera, Ai Lati D'italia,